Dopo la sanatoria: la vertenza per gli stranieri regolarizzandi (2003)

Dopo la “maxisanatoria” del 2002, centinaia di migliaia di stranieri in tutta Italia, che hanno presentato domanda di regolarizzazione, restano in attesa di risposta. Le indicazioni ministeriali dicono che i migranti in fase di regolarizzazione non possono cambiare lavoro. Ma a Genova, Milano, Bologna e in altre città le Prefetture consentono il “subentro” del nuovo datore di lavoro: nel Marzo 2003, Africa Insieme chiede alla Prefettura di Pisa di adottare disposizioni analoghe, e consegna un dossier con ampia documentazione di supporto. Nel frattempo, l’associazione convoca i migranti per un’assemblea informativa.

Leggi:

Rassegna stampa

Il dossier sul “subentro” presentato alla Prefettura di Pisa

“Un percorso a ostacoli: la regolarizzazione secondo la Bossi-Fini”. Articolo di Africa Insieme per il dossier dell’ANCI Toscana

Lascia un commento

Archiviato in questura, sanatorie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...