Aberrante, grottesca, da “bar sport”: no alla “barriera” per gli ambulanti

Il comunicato di Africa Insieme sulla proposta del Comune di Pisa di costruire una barriera o recinzione per impedire la fuga dei venditori ambulanti.

Aberrante, disumana, e anche un po’ grottesca. Difficile definire diversamente quella che sembrerebbe l’ultima trovata dell’Amministrazione comunale: l’ipotesi di costruire sul Litorale una “barriera” – una rete di recinzione, una staccionata in legno o chissà che altro – per impedire le fughe degli ambulanti stranieri durante le “retate” dei vigili urbani. Un’idea affidata ad un’anticipazione di stampa, confermata a mezza bocca da un assessore, non smentita dal Sindaco: ma, almeno per ora, mai scritta nero su bianco su documenti ufficiali o atti amministrativi.

Vogliamo credere che si tratti soltanto di un gigantesco equivoco. Che la Giunta, nelle prossime ore, rettifichi, spiegandoci che abbiamo capito male. Diversamente, saremmo di fronte a un’idea degna di entrare nella galleria degli orrori. Ce ne sono tutti gli ingredienti: persone trattate come animali da contenere e mettere in gabbia; muri, recinti e fili spinati come risposta ai problemi sociali; e, infine, un inconfondibile clima da Bar Sport, dove ha la meglio chi la spara più grossa. Vogliamo credere che non sia vero. Che non si tratti della “sparata” di un’amministrazione a corto di idee, e in cerca di facili consensi.

ASSOCIAZIONE AFRICA INSIEME

Pisa, 5 Marzo 2012

Leggi il comunicato in formato PDF

Lascia un commento

Archiviato in emergenze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...