Mondiali Rebeldi 2011: un calcio al pallone e uno al razzismo

Come di consueto all’inizio della stagione estiva, anche nel 2001 – tra il 12 Giugno e il 3 Luglio – si è tenuto presso il circolo Arci “Pisanello” di Via Marsala a Riglione – Oratoio, il Mondiale Rebelde 2011 di calcetto, “il calcio come non l’avete mai visto!”.

Giunto alla sua VI edizione, il torneo di calcio a 5 è organizzato dal Progetto Rebeldia con la collaborazione della Lega Calcio Uisp – comitato di Pisa e il supporto logistico – organizzativo dello stesso circolo Pisanello. Lo slogan del torneo è “un calcio al pallone e uno al razzismo”, a testimonianza del significato in primo luogo sociale della manifestazione.

In campo, oltre alle “nazionali” –  espressione delle comunità di migranti presenti in città – numerose squadre allestite da associazioni o da singoli gruppi di persone.

Anche quest’anno, come di consueto, Africa Insieme ha organizzato una propria squadra, schierando i volontari dell’associazione, ma anche – ed è la novità del 2011 – i ragazzi richiedenti asilo provenienti dall’Irak, dalla Costa d’Avorio, dalla Libia e da numerosi paesi africani, giunti a Pisa e inseriti nelle locali strutture di accoglienza. Anche nello sport, dunque, l’associazione ha voluto riaffermare la propria battaglia per l’accoglienza, l’inclusione sociale e la piena cittadinanza dei richiedenti asilo e dei rifugiati.

Proprio per queste caratteristiche della squadra, Africa Insieme – pur non vincendo neanche una partita… – si è aggiudicata la “Coppa Terzo Tempo”. A partire dall’edizione 2011, infatti, il regolamento dei Mondiali Rebeldia prevede un premio specifico per le squadre che si sono contraddistinte per “lealtà, spirito sportivo e partecipazione in linea con le finalità dei Mondiali Rebeldi”.

Leggi anche:

Al via il Mondiale Rebelde. Pisanotizie, 11 Giugno

– Mondiali Rebeldi, calendario e risultati. Dal sito di Rebeldia

– La “Tazza d’Oro” vince il Mondiale Rebelde. La “Coppa Terzo Tempo”. Pisanotizie, 6 Luglio

Lascia un commento

Archiviato in rebeldia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...