Colpevoli senza un processo: il caso dei rom di Coltano. Febbraio 2011

Nel Febbraio 2011 si riaprono le polemiche sul caso della “sposa bambina”. Alcuni rom del campo di Coltano, accusati di aver rapito e ridotto in schiavitù la “sposa bambina”, sono ancora imputati nel processo, dunque in attesa di una sentenza del giudice. Ma il Comune toglie a questi nuclei familiari l’alloggio che era stato assegnato nel villaggio di Coltano.

Africa Insieme, assieme alle famiglie rom del campo di Coltano, a Padre Agostino Rota Martir e ad Opera Nomadi, protesta ricordando un principio fondamentale del diritto: nessuno può essere considerato colpevole fino a che una sentenza non lo abbia dichiarato tale.

Materiali:

– Società della Salute, via dalle case di Coltano le famiglie indagate. Il servizio su Pisanotizie, 3 Febbraio

– La “Giornata della Memoria” vista dal campo di Coltano: una riflessione di Padre Agostino Rota Martir. Leggi in formato PDF

– Il testo del provvedimento emanato dalla Società della Salute, con il quale gli imputati del processo vengono sfrattati dalle loro case. Leggi in formato PDF

– Il servizio su La Nazione del 4 febbraio 2011

– La Nazione intervista Padre Agostino Rota Martir. Cronaca di Pisa, 4 Febbraio 2011

Ascolta online il servizio sul GR di Controradio 3 Febbraio 2011, edizione ore 13

Oppure scarica il file MP3

Lascia un commento

Archiviato in rom, rom-main

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...