Dicembre 2008, la lettera dei rom rumeni alla città

Siamo dei Rom rumeni, siamo circa 60 famiglie. Viviamo nella città di Pisa, nelle baracche in condizioni non buone, senza acqua e senza luce.

Noi non vogliamo vivere nelle baracche. Siamo costretti a vivere nelle baracche perché non ci è data la possibilità di prendere una casa: il Comune non ha interesse ad aiutarci a trovare una casa. Non possiamo mandare a scuola i bimbi perché non abbiamo le condizioni igienico-sanitarie. Alcuni bimbi vanno a scuola, ma spesso le scuola rifiutano di iscrivere i nostri figli.

Facciamo lavori che gli italiani non vogliono fare, in condizioni peggiori. Alcuni di noi lavorano con contratto regolare, altri al nero, altri sono in cerca. Alcune persone hanno fatto dei corsi di specializzazione, anche se vivono in queste condizioni. È difficile trovare lavoro perché molti datori di lavoro chiedono la residenza dell’anagrafe. Anche se viviamo a Pisa da tanti anni, anche se lavoriamo, anche se i nostri figli vanno a scuola, il Comune non ci dà la residenza dell’anagrafe perché viviamo nelle baracche.

Noi siamo persone che vogliamo integrarci, siamo persone intelligenti, con cultura, con tradizioni.

Il Sindaco di Pisa ha firmato una ordinanza per sgomberare i campi, senza soluzione, in stagione di inverno. Noi non possiamo lasciare la città di Pisa, abbiamo lavoro, paghiamo i contributi, abbiamo anche alcuni figli malati. Ordinare uno sgombero in queste condizioni è inumano.

Il Sindaco dice che non ha la possibilità di aiutarci. Sappiamo che l’Unione Europea ha programmi e fondi per i cittadini Rom e che l’Italia non li usa, e che è stata multata per questo.

Chiediamo che il Sindaco non faccia sgomberi e che si trovi insieme una soluzione per vivere normalmente come gli altri italiani. Ci sono i modi per fare questo che non sono sgomberi (come l’autorecupero delle case abbandonate).

I Rom rumeni dei campi di Pisa

Pisa, 22 Dicembre 2008

————

We are Roma from Romania, approximately 60 families. We live in the city of Pisa, in harsh conditions, in shacks without water or electricity. We do not want to live in shacks. We are forced to live there because we have no opportunity to move into real homes; the municipal authorities are not interested in helping us find houses. We cannot send our children to school because we lack the proper sanitary conditions. Some kids go to school, but schools often refuse to enrol our children.

We do jobs that Italians do not want to do, in conditions worse than theirs. Some of us have legal employment contracts, others work under the table, others are looking for jobs. Some have taken professional specialization courses, despite the circumstances in which they live. It is hard to find work because many employers require that you have a legal address filed with the municipal registrar. Even though we have lived in Pisa for many years, even though we have jobs, even though our children go to school, the city authorities refuse to register our legal addresses because we live in shacks.

We are people who want to become integrated; we are intelligent people, with culture, with traditions.

The Mayor of Pisa has signed an order for the camps to be cleared, with no alternatives, in the middle of winter. We cannot leave Pisa; we have jobs, we pay taxes, some of us even have sick children. Ordering an evacuation in these circumstances is inhuman.

The mayor says he has no way to help us. We know that the European Union has programmes and funding for Roma citizens and that Italy does not take advantage of them, and has been fined for this.

We ask the mayor not to evacuate the camps and to work with us to find a solution, so that we can live normal lives like other Italians. There are ways to do this other than evacuations (such as recovering abandoned houses).

The Romanian Roma community from the camps in Pisa

Pisa, 22 December 2008

1 Commento

Archiviato in rom

Una risposta a “Dicembre 2008, la lettera dei rom rumeni alla città

  1. Pingback: Dicembre 2008, l’ordinanza per lo sgombero dei campi rom « Africa Insieme di Pisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...