Maggio 2000: lo “sfratto” di Africa Insieme

L’8 Maggio 2000, l’associazione Africa Insieme decide di riappropriarsi della sua storica sede di Via del Carmine, in pieno centro a Pisa. La palazzina, di proprietà comunale, era stata data in uso gratuito ad Africa Insieme all’inizio degli anni ’90, dall’allora assessore alle Politiche Sociali Rolando Vivaldi (PSI). Quando, nel 1997, l’associazione aveva preso in gestione la struttura di accoglienza di Via Garibaldi, aveva deciso di utilizzare tale struttura anche per le riunioni associative, e aveva destinato la sede di Via del Carmine ad una famiglia rom in emergenza abitativa.

Ora, senza più il centro di accoglienza (tolto all’associazione in seguito alle ben note polemiche), Africa Insieme decide di riutilizzare la palazzina, nel frattempo liberata dalla famiglia rom che ha appena vinto una casa popolare. All’ingresso di Via del Carmine, però, i volontari dell’associazione trovano le porte chiuse, mentre i vigili urbani si preoccupano di murare porte e finestre. L’associazione tiene dunque una conferenza stampa per denunciare l’accaduto, e il giorno successivo tutti i giornali locali riportano la dura polemica di Africa Insieme contro il vero e proprio “sfratto” subito dal Comune.

murofasoLa sede murata. Foto Giuseppe Faso

muro1Il Tirreno, 9 Maggio

muro2La Nazione, 9 Maggio

muro3Il Tirreno, 10 Maggio

muro4Il Tirreno, 11 Maggio

muro5Il Tirreno, 12 Maggio

muro6Il Manifesto, 12 Maggio

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...