Rumeni, il Giudice dà ragione alle associazioni (30 Marzo 2005)

Agli organi di stampa

Oggetto: Il giudice di pace smentisce la richiesta di rimpatrio dei rom

Pisa è città dell’accoglienza e solidale con i migranti. Questo è l’esito inequivocabile della sentenza emessa questo pomeriggio dal giudice di Pisa che accoglie il ricorso presentato da quattro famiglie rumene, tutte con figli minorenni, contro i provvedimenti di espulsione che il Comune di Pisa aveva esplicitamente richiesto con la mozione votata congiuntamente dal centro-destra e dal centro-sinistra nell’ultimo Consiglio Comunale.

E’ emerso chiaramente la carenza e l’omissione di intervento da parte dei servizi sociali del Comune in questi anni, è emerso con altrettanta evidenza lo sfruttamento e l’usura da parte del proprietariuo del capannone nei confronti di queste famiglie, che non hanno neanche potuto provare a spegnere l’incendio in quanto era stata loro tagliata l’acqua dal proprietario.

Questa sentenza costituisce un precedente importante con il quale si riconosce l’illeggitimità di un qualsiasi provvedimento di espulsione nei loro confronti e smentisce inequivocabilmente la posizione del Comune di Pisa che ha affrontato questa emergenza sociale ed il problema degli intevrenti di assistenza di base come una questione di ordine pubblico, chiedendo l’attuazione più rigorosa della legge Bossi-Fini.

Da oggi Pisa accoglie felicemente ed ufficialmente quattro nuove famiglie nella sua comunità.

Ciò è stato possibile solo grazie all’impegno e alla pressione esercitata da numerose associazioni cittadine, Spazio socio-abitativo san Lorenzo, Laboratorio delle disobbedienze Rebeldìa, Spazio Antagonista Newroz, Africa Insieme, Partito della Rifondazione comunista, che si sono battute perchè il rispetto dei diritti dei migranti venisse garantito contro chi ne voleva fare uno strumento di campagna elettorale, sostituendosi in queste settimane anche alle istituzioni competenti per ciò che riguarda l’accoglienza e l’assistenza.

Africa Insieme

Laboratorio delle disobbedienze Rebeldia

Spazio socio-abitativo San Lorenzo

Spazio Antagonista Newroz

Partito della Rifondazione Comunista

Pisa, 31 Marzo 2005

1 Commento

Archiviato in rom

Una risposta a “Rumeni, il Giudice dà ragione alle associazioni (30 Marzo 2005)

  1. Pingback: La vertenza per i rom rumeni, primavera 2005 « Africa Insieme di Pisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...